Content

 


Biologia generale delle orche

Distribuzione e status

Le orche appartengono all' ordine dei Cetacei, al subordine degli Odontoceti, alla famiglia dei Delfinidi. Sono una specie cosmopolita e occupano tutti gli oceani, sia dell' emisfero settentrionale che di quello meridionale. Sono osservate con maggiore frequenza nelle aree di alta produttività, alle alte latitudini, e nei pressi dei limiti delle piattaforme continentali. Sono osservate frequentemente nella parte meridionale del Sud America, nella Penisola Antartica, in Sud Africa, in Australia, in Nuova Zelanda, in Alaska, e nel Nord dell' Europa. Alle basse latitudini sono osservate frequentemente in California, nelle Hawaii, e nelle Isole Galapagos.

La popolazione mondiale attuale di orche e' di circa 50000 individui, ma stime accurate sono disponibili solo per poche popolazioni locali, e non ci sono stime per zone molte ampie, in particolare dell' emisfero meridionale. Quindi la stima sopra menzionata deve essere considerata approssimativa, e probabilmente molto conservativa. Si assume che almeno 25000 orche siano presenti alle alte latitudini, oltre i 60 gradi.

Nel passato le orche venivano cacciate sia per la carne che per ricavare l' olio, mentre attualmente la caccia commerciale e' molto ridotta e il consumo delle loro carni e' limitato ad alcuni paesi dell' Estremo Oriente. Attualmente le orche sono minacciate principalmente dalla pesca commerciale delle loro prede, dalla degradazione generale dell' ambiente, e dall' accumulazione di contaminanti negli oceani. Inoltre il cambiamento climatico globale potrebbe influenzare molte delle prede delle orche. Naturalmente le popolazioni con una dieta più specializzata, e in particolare quelle che si nutrono di pesci, possono risentire fortemente della competizione con le pescherie commerciali. Localmente le orche sono spesse percepite come competitori dai pescatori, e possono in effetti avere effetti importanti sulle pescherie commerciali, e questo occasionalmente risulta in uccisioni, soprattutto alle basse latitudini. La specie e' inclusa nella appendice II della convenzione CITES, e diverse popolazioni locali sono considerate minacciate e sono soggette a misure di conservazione specifiche.

Dimensione corporea e maturazione

Le orche sono lunghe circa 3.5-4 metri alla nascita, e circa 4.5 metri alla svezzamento. I maschi adulti possono raggiungere i 9 metri, mentre la dimensione massima osservata delle femmine e' circa 7.7 metri, per cui la specie presenta un certo grado di dimorfismo sessuale, che si manifesta anche nella forma della pinna dorsale, più lunga e appuntita nei maschi. Possono arrivare a pesare fino a 7 tonnellate.

Ecologia

Le orche sono predatori di vertice che si possono muovere frequentemente tra le acque aperte e quelle costiere. Sono state osservate predare su uno spettro molto ampio di specie, dai pesci alle balene più grandi. Molte popolazioni hanno una chiara specializzazione alimentare, spesso legata alla dimensione media degli individui, e al numero di individui presenti nei gruppi. La loro massima profondità di immersione e' di circa 500 metri.

Nell' emisfero meridionale diverse popolazioni di orche predano una singola specie di pesci, come le aringhe o i tonni pinna blu. Nell' Oceano Pacifico Nordorientale le orche predano principalmente alcune specie di foche, e occasionalmente diverse specie di balene. Nell' Antartico ci sono popolazioni che predano principalmente le balenottere rostrate, popolazioni che si cibano quasi esclusivamente di foche, e popolazioni che si cibano solo di pesci e non predano altri mammiferi marini. Le orche hanno un fabbisogno alimentare giornaliero di circa il 4% del loro peso corporeo.

Ciclo vitale

Le orche possono vivere fino a 50-70 anni. I piccoli vengono generati ogni 3-4 anni, dopo una gestazione che dura circa 17 mesi. Non c'e' una specifica stagione di riproduzione o dei parti. L' allattamento dura circa 12 mesi, ma i piccoli in genere restano stabilmente con la madre per un periodo prolungato, di diversi anni. La maturità sessuale viene raggiunta tra i 15 e i 20 anni in entrambi i sessi.

Comportamento sociale e tattiche di caccia

Le orche sono in genere osservate in gruppi di dimensione variabile, chiamati "pod", che comprendono in media 6 individui, ma possono contenerne molti di più (fino a 40). La composizione dei gruppi varia a seconda della popolazione. Nell' Oceano Pacifico settentrionale il gruppo e' in genere composto da 19% di maschi maturi, 40% di femmine mature, e 41% di piccoli e giovani. In Alaska il gruppo medio comprende il 19% di maschi maturi, il 27% di piccoli e giovani, e il resto di femmine mature e maschi subadulti.

Il sistema nuziale e' probabilmente poligamo, con alcuni maschi capaci di controllare e monopolizzare l' accesso alle femmine in estro, ma non esistono evidenze definitive su questo punto. Le orche hanno un sistema di comunicazione complesso, che permette il mantenimento della coesione del gruppo e delle relazioni sociali. Popolazioni differenti hanno differenti repertori di vocalizzazione, e quindi si assume che abbiamo dialetti definiti.

Le orche cacciano in gruppo e sono capaci di effettuare attacchi coordinati, riuscendo in questo modo a predare in maniera efficiente specie molto diverse per dimensione e comportamento. Le orche possono utilizzare tattiche di caccia molto sofisticate, come lo spiaggiamento intenzionale, che permettono loro di predare leoni marini e foche sulla spiaggia. Queste tecniche di caccia sono un buon esempio di trasmissione culturale complessa, perché i piccoli hanno bisogno di un notevole addestramento da parte degli adulti prima di essere in grado di mettere in atto efficacemente queste tattiche. Un' altro aspetto della caccia che richiede un addestramento prolungato riguarda la predazione delle balene, per la complessità delle azioni richieste per separare i piccoli di balena dalle madri.

Come molti altri Cetacei, le orche usano l' ecolocazione quando sono immerse. Emettono delle serie di impulsi, e usano le onde sonore riflesse per determinare la distanza, dimensione e composizione delle prede e di altri oggetti sommersi.

Le orche di Sea Lion Island

Nella presentazione seguente viene descritto il progetto di ricerca che l' Elephant Seal Research Group conduce sulle orche di Sea Lion Island, nelle Isole Falkland. Vengono descritti il lavoro di campo, l' uso della fotoidentificazione, l' attivita' generale delle orche, l' organizzazione sociale, il comportamento di caccia, e le tattiche di predazione.

Content on this page requires a newer version of Adobe Flash Player.

Get Adobe Flash player